Ultime notizie

20 Novembre 2023

Citi licenzia il 10% dei suoi senior manager

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Tira una brutta aria a Citi, il colosso bancario statunitense alle prese con una riorganizzazione che non risparmia i piani più alti. Secondo quando rivelato da Bloomberg, tra i cambiamenti previsti dalla Ceo di Citygroup, Jane Fraser, c’è la cancellazione di oltre 300 ruoli di senior manager, ovvero il 10% dei lavoratori di quel livello. Detto in altre parole: Citi si prepara a licenziare il 10% dei suoi senior manager.

Una decisione sofferta ma necessaria, stando a quanto si legge in una nota della società: "Come abbiamo riconosciuto, le azioni che stiamo intraprendendo per riorganizzare l'azienda comportano alcune decisioni difficili e consequenziali, ma riteniamo che siano i passi giusti per allineare la nostra struttura con la nostra strategia e garantire di fornire costantemente l'eccellenza ai nostri clienti".

I citati cambiamenti sono stati appena condivisi con il personale. Una rivoluzione che interesserà “molte delle nostre attività e funzioni mentre continuiamo ad allineare la struttura organizzativa di Citi al nostro nuovo modello operativo semplificato", si spiega nello statement rilasciato dalla banca.

Nel frattempo, Citi ha annunciato di aver completato con successo la vendita e la migrazione completa delle sue attività consumer indonesiane a UOB Indonesia. La vendita comprende attività bancarie retail, carte di credito e prestiti non garantiti, nonché il trasferimento dei dipendenti.

Citi e UOB hanno annunciato per la prima volta la transazione nel gennaio 2022 come parte di un accordo di vendita più ampio che copre i servizi bancari al consumo in Malesia, Tailandia, Vietnam e Indonesia. Le vendite in Malesia e Tailandia sono state completate il 1° novembre 2022, mentre la vendita in Vietnam è stata portata a termine il 1° marzo 2023. Si prevede che questa transazione comporterà un modesto vantaggio di capitale regolamentare per Citi. In totale, la vendita di queste quattro attività consumer a UOB ha comportato un beneficio patrimoniale di circa 1,1 miliardi di dollari.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:     Demanio; entro il 2026 invest