Ultime notizie

13 Marzo 2024

Case green, il problema della valutazione dell'efficienza energetica e degli investimenti

di Luke Brucato, Chief Strategy Officer di Immobiliare.it Insights

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

I più recenti parametri inseriti nella direttiva sulla prestazione energetica degli edifici (la cosiddetta direttiva sulle case green), appena approvata da Strasburgo, hanno di fatto spostato il focus dalla classe energetica dell'immobile, come certificata dall'APE, a un indicatore di consumo misurato in kWh/m2 anno.

Da una parte questo elimina la disomogeneità esistente a livello europeo sulla modalità di attribuzione delle classi energetiche, dall'altra introduce però il tema della difficoltà nel recuperare il dato del kWh/m2 anno, che attualmente viene solo stimato e non misurato in maniera effettiva. Non esiste ad oggi un approccio standard per mettere in relazione la classe certificata di un'abitazione con il reale dispendio energetico che vi viene operato all'interno.

Attualmente in Italia gli immobili in classe A o superiore sono circa il 10% dello stock in offerta, come riportato dal recente report di Banca d'Italia sulla base di dati di Immobiliare.it, e la loro accessibilità è limitata dal fatto che in media costano il 25% in più rispetto a una soluzione che, a parità di altre caratteristiche, presenti prestazioni energetiche inferiori.

Per la parte di mercato più energivora, che richiede un intervento più urgente, la valutazione sull’opportunità di investire in una ristrutturazione dovrà tenere conto delle caratteristiche specifiche dell'immobile, come ad esempio una posizione di pregio, che ne potrebbero mitigare la perdita di valore dovuta a una mancata riqualificazione.

È infatti ragionevole pensare che i fondi non saranno sufficienti per ristrutturare tutto il patrimonio immobiliare che lo necessita, e per questo motivo sarà vitale operare una scelta strategica con logiche data driven provenienti da analisi il più possibile puntuali e accurate, per una misurazione che passa dal merito del cliente al merito dell’immobile.

7x10

Il 12 giugno la 23° edizione di RE ITALY è stata la migliore in assoluto. A parte la presenza degli operato