Ultime notizie

6 Dicembre 2023

GOP, Foglia e BonelliErede nell’acquisto del 30% di Valentino da Kering

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

La multinazionale del lusso francese Kering ha completato, a seguito delle autorizzazioni dell’Antitrust, l’acquisizione di una partecipazione del 30% in Valentino da un veicolo di investimento controllato direttamente da Qatari Mayhoola for Investments.

L’accordo prevede un’opzione a favore di Kering di acquisire il 100% del capitale sociale di Valentino, e si inserisce in una più ampia partnership tra i due gruppi, che potrebbe portare Mayhoola a diventare azionista di Kering.

Kering è stata assistita, per i profili di diritto italiano, dallo studio legale Gianni & Origoni con un team guidato dal partner Francesco Gianni e composto dal partner Donato Romano e dagli associate Vincenzo Gallè, Vito Quaglietta e Matteo Grillo Moselli. Gli aspetti relativi al finanziamento sono stati seguiti dal partner Matteo Gotti, dalla counsel Claudia Lami. I profili IP sono stati seguiti dal partner Massimo Sterpi e dagli associate Andrea Colantuoni e Alessandro Gai mentre quelli di diritto del lavoro sono stati seguiti dalla partner Cristina Capitanio, con la managing associate Veruska Crucitti e la senior associate Eleonora Rainaldi e dall’associate Chiara Palombi.  I profili real estate e ambientali sono stati seguiti dagli associate Andrea Baglioni, Marta Barretta, Leonardo Scuto e Andrea Terraneo.

Per gli aspetti fiscali, Kering è stata assistita dallo studio Foglia & Partners con un team coordinato dai soci Giuliano Foglia e Matteo Carfagnini. Per gli aspetti di diritto tributario francese, Foglia è stato coadiuvato dallo studio Arsene con il partner Denis Andres e la manager Amel Chekhab.

Per i profili di diritto francese Kering è stata assistita dallo studio Darrois Villey Maillot Brochier con un team composto dai partner Bertrand Cardi, Christophe Vinsonneau e Martin Lebeuf, coadiuvati dal counsel Cécile De Narp e dall’associate Léonor Boulanger.

BonelliErede ha assistito Mayhoola con un team di professionisti membri del Focus Team Alta Gamma. In particolare, con un team multidisciplinare guidato dai soci Umberto Nicodano e Stefano Micheli e composto da Alessandro Ippolito, senior associate, Alberto Corsello, associate, e da Cristina Langford per gli aspetti corporate. Emanuela Da Rin, partner, e Francesco De Filippi, associate, hanno curato i profili di diritto bancario e finanziario e il socio Francesco Anglani, con il managing associate Pasquale Leone e l’associate Riccardo Cavalli, ha seguito i profili antitrust dell’operazione. Ha agito inoltre per gli aspetti giuslavoristici un team composto dalla partner Antonella Negri, dal managing associate Martino Ranieri e dall’associate Martina Marino, mentre Giovanni Guglielmetti, partner, Filippo Russo, managing associate, e Pasquale Tammaro e Alessio Bottero, entrambi senior associate, hanno seguito gli aspetti IP. Per le attività di due diligence BonelliErede si è avvalso del team Transaction Services di beLab coordinato da Michel Miccoli con Giulia Impiombato Andreani.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Immobili all’asta: le procedure aumentano per la pr