Ultime notizie

29 Marzo 2016

Carige conferma interesse Apollo su Npl, verso aumento di capitale?

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Banca Carige ha confermato di aver ricevuto un'offerta "non vincolante e confidenziale" da parte del fondo Usa Apollo Management per l'acquisto del portafoglio di crediti "in sofferenza" del gruppo. In una nota diffusa su richiesta di Consob dopo le indiscrezioni che circolano da sabato scorso, l'istituto ligure spiega come la proposta preveda inoltre, a compensazione degli effetti della cessione degli Npl, un aumento di capitale da 550 milioni di euro (interamente garantito da fondi affiliati ad Apollo), di cui 500 milioni riservati a fondi riferibili ad Apollo e i restanti 50 milioni offerti in opzione agli attuali azionisti.

Secondo le ipotesi di stampa, Apollo sarebbe interessata ad acquistare i 3,5 miliardi di euro di Npl dell'istituto ad un valore di 695 milioni di euro, pari in media al 17,6% del valore nominale dei crediti - l'8% per gli unsecured e il 25% per i secured. La cessione degli Npl a questi valori comporterebbe per la banca una rettifica in bilancio che abbasserebbe il Cet1 Ratio, e da ciò l'esigenza di una ricapitalizzazione.

L'aumento di capitale riservato assicurerebbe ad Apollo una quota di oltre il 50% in Carige (e conseguente lancio di Opa obbligatoria) e comporterebbe una forte diluizione degli attuali azionisti.

L'offerta sarebbe fortemente caldeggiata dalla Bce - al Cda dello scorso 18 febbraio avrebbero chiesto di partecipare anche rappresentanti di Bankitalia e Bce che, nella persona di Ramon Quintana, capo della direzione di Vigilanza delle banche significant, avrebbe sollecitato il board a prendere in considerazione l'offerta del fondo Usa nell'interesse della banca.

La proposta "in ragione dell'imminente scadenza dalla carica dell'attuale Cda della banca" verrà valutata dal nuovo Consiglio che si insedierà a valle dell'assemblea convocata per il prossimo 31 marzo, che sarà espressione dell'attuale primo socio di Carige, Vittorio Malacalza, che controlla una quota del 17,6%, partecipazione che subirebbe una forte diluizione con l'aumento di capitale riservato ad Apollo.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana: Castello SGR investe 135 milioni nel primo Nobu Hotel in Ital