Ultime notizie

13 Aprile 2021

Gruppo Carron: 2020 fatturato a 250 mln

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Il Gruppo Carron chiude il 2020 con una dimensione produttiva pari a 250 milioni di euro (erano 217 nel 2019) e un utile netto del bilancio consolidato in linea con l’esercizio precedente, pari a 9 milioni di euro. Un risultato positivo alla luce dell’emergenza sanitaria.

Nonostante l’improvviso e prolungato semaforo rosso che il Covid ha imposto alle attività nei cantieri - che fa registrare una riduzione di Ebitda (-3% su 2019) e di Ebit (- 3% su 2019) rispettivamente a quota 15,5 milioni di euro (pari al 6,18% del valore della produzione) e 13,9 milioni di euro (pari al 5,50% del valore della produzione) - il Gruppo chiude il portafoglio lavori 2020 a 826 milioni di euro.

Diego Carron, Presidente del Gruppo: “Chiudere un anno terribile come il 2020 con questo risultato è motivo di grande orgoglio. Difficilmente dimenticheremo la paura, le preoccupazioni, i mille sacrifici. Nonostante tutto, non siamo mai venuti meno ai nostri obblighi e abbiamo saputo intraprendere molte nuove sfide. Un ringraziamento particolare va a tutti i nostri collaboratori per l’impegno e la dedizione che hanno saputo mettere in campo. La nostra storica mission aziendale - “Insieme si Cresce” - non poteva avere dimostrazione più concreta”.

2020 – 2021 Interventi in corso e nuove opere in Italia

Per l’edilizia, nel 2020 sono stati conclusi, nel rispetto dei tempi, i lavori di realizzazione del nuovo polo internazionale H-Farm Campus a Cà Tron di Roncade. Proseguiti, a Milano, i lavori di ristrutturazione del nuovo complesso a destinazione direzionale in Via Gattamelata e quelli di riqualificazione del complesso di Via della Moscova e Via Solferino. A Padova continuano le operazioni di restauro conservativo e riqualificazione edilizia di Palazzo Roccabonella.

Proseguono anche i lavori relativi alle grandi opere di sanità pubblica sia in Veneto, con la costruzione della Cittadella della Salute di Treviso, sia nelle Marche con il cantiere del Nuovo Ospedale di Fermo. In Trentino Alto Adige il Gruppo è capofila della progettazione ed esecuzione del maxi impianto di depurazione di Trento3 oltre che della realizzazione della circonvallazione nord-ovest di Merano.

Carron ha intrapreso un’opera di rigenerazione urbana a Torino nell’ex area industriale “Lingottino” dove entro il 2022 verranno realizzate due nuove Rsa da 200 posti letto ciascuna. L’intervento, il cui valore supera i 50 milioni di euro, coinvolge il Gruppo nella duplice veste di committente e general contractor. Al pari, sempre nell’ambito delle residenze per anziani, Carron ha annunciato un nuovo progetto in Toscana a Castelnuovo di Garfagnana dove nasceranno due Rsa distinte ma sinergiche, frutto della partnership tra il fondo Numeria Sgr e Senectus srl (società del Gruppo).

Hotellerie: Carron nel 2020 è stata scelta da Edizioni Property per realizzare il nuovo Hotel Bvulgari Roma, operazione di riqualificazione e restauro conservativo firmata dagli architetti Antonio Citterio e Patricia Viel.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:     Demanio; entro il 2026 invest