Ultime notizie

24 Novembre 2023

iad: il modello di impresa internazionale nato in un garage (come Bill Gates)

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Come Apple e Microsoft. Come Google e Amazon. Iad è stata concepita e sviluppata nel 2008 in un garage, in questo caso non in California ma alle porte di Parigi. E da quel garage, iad è stata portata in diversi Paesi europei, Italia compresa, con un modello che, secondo l'attuale Ceo Michele Pasqua, è stato ritenuto addirittura folle dagli operatori di mercato. Quale modello, Dott. Pasqua?

“L’idea era quella di unire alla transazione immobiliare due elementi completamente nuovi per l'epoca: la digitalizzazione e, in parte, la dematerializzazione dei costi e creare un nuovo modello di sviluppo che si che si basa sul network marketing.

Non operiamo con il modello del franchising: siamo un'unica realtà integrata attraverso i confini. Abbiamo 20.000 consulenti immobiliari in giro per il mondo. Il gruppo fattura oltre 500 milioni di euro in termini di provvigioni con 70.000 compravendite concluse ogni anno.

In Francia è stata posata la prima pietra dell'internazionalizzazione con iad Portogallo e in pochi anni, anche grazie al supporto di diversi fondi di investimento, siamo arrivati in Spagna e, da cinque anni, in Italia.

C’è un fattore assolutamente unico che è quello dell'internazionalizzazione, quindi la possibilità di creare un’impresa internazionale senza costi fissi, senza investimenti iniziali, senza royalties ma semplicemente con il supporto di un'azienda dietro che cerca di semplificare tutti gli steps della creazione di questa impresa.

Per il futuro, l'incremento dei tassi e l'aumento dell'inflazione porteranno inevitabilmente a un rallentamento del numero di compravendite in alcuni mercati. Lo stiamo cominciando a vedere anche in Italia. Detto questo, siamo assolutamente convinti che il mercato immobiliare sia ciclico. Quindi la nostra visione è di un mondo che, sì, vedrà un rallentamento per qualche tempo, ma che uscirà dalla crisi come ha sempre fatto. E quando usciremo, noi saremo ancora più forti. I deboli probabilmente si perderanno per strada”.

 

Guarda la videointervista

16x9
7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Student Housing: accordo per 800 nuovi

Notizie Correlate