Ultime notizie

11 Giugno 2024

LAD, il Linate Airport District

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

SEA e Costim hanno presentato il progetto di trasformazione dell'area adiacente all'Aeroporto di Linate, antistante l’Idroscalo, in uno smart district denominato "Linate Airport District" (LAD). Dopo l’ammodernamento dell'aerostazione di Linate, SEA vuole aprire alla città un’area fino ad oggi non accessibile che offrirà ampi spazi verdi e nuovi edifici.
 


L’obiettivo del progetto è rigenerare un luogo che finora è uno spazio di servizio con accesso riservato, trasformandolo in un’area aperta al pubblico che darà la possibilità di accedere direttamente all’Idroscalo, utilizzando la nuova M4 che arriva a Linate.
 

Questa nuova area, come previsto dal Masterplan aeroportuale, prevede la realizzazione di:
 
− una piazza, oltre a nuove funzioni di servizio permettendo così di realizzare ampi spazi di connessione con circa 14.000 mq di verde urbano;
− edifici adibiti a uffici e servizi per circa 24.000 mq. In una di queste palazzine troveranno sede i nuovi spazi del personale amministrativo di SEA e i nuovi uffici ENAC;
− un hotel a quattro stelle da 220 camere a servizio dei passeggeri dell’aeroporto e della catchment area (bacino di utenza) di riferimento.
 

Per completare questo sviluppo SEA ha identificato come partner, attraverso un percorso competitivo, Costim, Gruppo del settore dello sviluppo immobiliare e della rigenerazione urbana, che investirà oltre 130 milioni di euro nella realizzazione dell’intero progetto e lo gestirà sino al termine della concessione.

Il Linate Airport District sarà inserito nelle opere devolute allo Stato a fine concessione, con le medesime modalità previste per le altre infrastrutture aeroportuali.
 
L’avvio delle attività preliminari avverrà entro il 2024.
 

In dettaglio, il progetto di rigenerazione urbana dell’area, che si inserisce in un ambito di circa 38.000 mq, sarà sviluppato dalla società veicolo Chorus Life Linate SpA partecipata al 100% da Costim - società, quest’ultima, controllata dal Gruppo POLIFIN, nell'ambito del contratto di sub-concessione come sviluppatore di operazioni di riqualificazione - e sarà ispirato al concept ChorusLife. Questo modello di quartiere del futuro promuove la sostenibilità, la condivisione e la socializzazione, combinando servizi e offrendo vantaggi sia alle funzioni aeroportuali sia ai frequentatori di LAD.

Il Linate Airport District sarà a disposizione di tutti, sia degli operatori aeroportuali sia dei tutti gli abitanti di Milano, anche in considerazione della prossimità della stazione M4 Linate che in poche fermate porta al centro della città. Questo progetto permetterà di collegare l'aeroporto a uno scenario "verde e blu", rappresentato dall'Idroscalo e dalle ampie aree verdi, offrendo opportunità di svago e relax.
 

Armando Brunini, Amministratore Delegato di SEA Milan Airports: “Con questo progetto completiamo il restyling di Linate. Dopo il nuovo layout dell’aerostazione e le nuove tecnologie sulle quali abbiamo investito, l’ultima è il Face Boarding, per rendere le procedure d’imbarco sempre più comode e veloci, con il Linate Airport District completiamo i servizi offerti dall’aeroporto. Miglioriamo gli spazi e le infrastrutture per i nostri dipendenti e per tutti gli altri operatori aeroportuali e li rendiamo accessibili anche a tutti i cittadini. Inoltre, quest’area permetterà il collegamento diretto fra l’idroscalo e la città che, grazie alla metro, sarà raggiungibile comodamente anche senz’auto”.
 

Davide Albertini Petroni, Amministratore Delegato di Costim: “Siamo entusiasti di portare l’esperienza e il know-how del modello ChorusLife Bergamo nel nuovo e ambizioso progetto del Linate Airport District a Milano. COSTIM si impegna a rigenerare, sviluppare e gestire un’area con spazi che favoriscono la condivisione e la socializzazione tra passeggeri e territorio circostante, anche in considerazione dell’ampio sistema infrastrutturale di trasporto che connette l’intervento al centro cittadino. Il LAD sarà dotato di tecnologie innovative come lo Smart Grid System e una piattaforma digitale per la gestione e fruizione dei servizi e impianti tecnologici e l’interazione, garantendo un ambiente altamente sostenibile e interconnesso”.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:     Demanio; entro il 2026 invest