Ultime notizie

24 Ottobre 2023

MutuiOnline: se aumentano ancora i tassi, rate più care fino a quasi 400 euro

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

C’è un rischio concreto di un nuovo aumento a breve delle rate dei mutui, se la Banca centrale europea deciderà nel consiglio direttivo di giovedì 26 ottobre di affrontare il nuovo conflitto internazionale in Medio Oriente ed i conseguenti rincari di alcune materie prime con un ulteriore rialzo dei tassi di interesse. Alcuni analisti sono convinti che il costo del denaro resterà ai livelli attuali ma non è detto che il board dell’Eurotower ritenga opportuno l’ennesimo intervento.

Se così fosse, se davvero la Bce decidesse di aumentare i tassi di altri 25 punti base, le rate dei mutui subirebbero degli aumenti anche significativi. Secondo le stime di MutuiOnline.it, chi ha un finanziamento a tasso variabile da 160.000 euro a 20 anni passerebbe dagli attuali 1.037 euro a 1.057 euro, ben 20 euro in più rispetto a oggi e 363 euro in più (+52,3%) rispetto a gennaio 2022. Ancora più marcato l’aumento per la durata trentennale dove, sempre per un mutuo da 160.000 euro, la rata passerebbe dagli attuali 838 a 860 euro, ossia 388 euro in più rispetto a gennaio 2022 (+82,2%).

Nicoletta Papucci, Direttore Marketing di MutuiOnline.it: “Speriamo che la Bce sia coerente con quanto dichiarato a settembre e decida di interrompere gli aumenti, però non è da escludere che l’andamento dell’economia in Europa e oltreoceano e i recenti sviluppi geopolitici portino Christine Lagarde a fare una scelta differente. Un ulteriore aumento dei tassi metterebbe ancora più in difficoltà le famiglie a reddito più basso che hanno già visto le rate dei loro mutui a tasso variabile aumentare di oltre il 50% in un anno e mezzo. Il consiglio per chi vuole accendere un nuovo mutuo è di scegliere la sicurezza del tasso fisso che, secondo il nostro Osservatorio mensile, ha il miglior TAN al 3,5% e il TAN medio al 3,90%. Un domani, qualora la situazione come ci auguriamo si normalizzerà, sarà sempre possibile surrogare scegliendo un’offerta più conveniente.”

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Student Housing: accordo per 800 nuovi