Ultime notizie

6 Febbraio 2024

Orrick e Chiomenti nella partnership Npl-Utp tra BPER e Gardant

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Orrick ha assistito BPER Banca e Banco di Sardegna nella creazione di una nuova partnership strategica con Gardant, assistita da Chiomenti, per la gestione di crediti classificati sia a inadempienza probabile (unlikely-to-pay, o UTP) sia a sofferenza (non-performing-loans, o NPL).

La piattaforma gestirà crediti deteriorati originati da BPER Banca e Banco di Sardegna, in particolare sia parte dello stock residuo di UTP e NPL di proprietà di queste ultime e, nei prossimi 10 anni, il 50% dei nuovi flussi di crediti UTP e il 90% dei nuovi flussi di crediti NPL, sia quelli già oggetto di cessione a investitori terzi nell’ambito del progetto.

Il team Orrick era composto dai partner Patrizio Messina e Annalisa Dentoni-Litta, dalla counsel Sabrina Setini, dal managing associate Pietro Tirantello e dall’associate Gabriele Ippolito, nonché dai counsel Filippo Cristaldi e Andrea Cicia per gli aspetti di diritto societario e regolamentari, e dal partner Mario Scofferi e dal senior associate Luciano Vella per gli aspetti giuslavoristici.

Chiomenti ha affiancato il Gruppo Gardant e la sua general counsel Paola Colombo con team, coordinati da Gregorio Consoli e Italo De Santis, composti anche da Salvatore Sardo, Girolamo D’Anna, Alessandra Biotti, Ludovica Ruspantini, Guido Pisaneschi e Mirko Camagna e con un team dedicato ai profili societari composto da Chiara Delevati e Mariagrazia Mazzaglia e Bianca Maria Ruffino. I profili fiscali sono stati curati da Massimo Antonini coadiuvato da Maurizio Fresca.

Nella foto, da sinistra: Gregorio Consoli, Salvatore Sardo, Chiara Delevati, Patrizio Messina, Annalisa Dentoni-Litta e Sabrina Setini

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:     Demanio; entro il 2026 invest