Ultime notizie

8 Luglio 2024

Anantara Convento di Amalfi Grand Hotel completa il restauro del chiostro storico

di Red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Anantara Convento di Amalfi Grand Hotel ha completato il restauro di marmi e affreschi.

Il progetto ha previsto una completa riqualificazione nel rispetto dell'architettura originale e della storia profondamente legata alla comunità locale.

Anantara Convento di Amalfi Grand Hotel, situato in un ex convento dei Cappuccini risalente al XIII secolo, ha inaugurato la stagione 2024 con un importante progetto di valorizzazione del chiostro interno, il più antico della città. Questo intervento restituisce alla comunità locale un pezzo fondamentale del suo patrimonio artistico e storico, poiché l'intera struttura e i beni culturali presenti sono di proprietà del Comune di Amalfi.

A soli 10 minuti a piedi dal centro di Amalfi, l'edificio ha preservato con cura le caratteristiche storiche del luogo, inclusa la chiesa barocca, completa di altare in marmo e pavimento in maiolica. Della facciata sono stati attentamente conservati i materiali e i colori originali. Il design degli interni si ispira al convento con materiali naturali come legni, pelli, fibre naturali e metalli preziosi.

Quest'anno, Anantara Convento di Amalfi Grand Hotel, in sinergia con il Comune di Amalfi guidato dal Sindaco Daniele Milano e sotto l'Alta Sorveglianza della Soprintendenza ABAP per le province di Salerno e Avellino, ha promosso l'avvio di un'opera di restauro dei marmi e degli affreschi del chiostro risalente al 1223.

I lavori appena conclusi, eseguiti da Daedalus Restauri, azienda di restauro e conservazione di opere d'arte di Salerno, hanno riguardato il restauro di reperti archeologici e il recupero dell'affresco con la più antica rappresentazione della città di Amalfi, raffigurante Gesù che appare sul lago Tiberiade a San Pietro. Questo affresco è realizzato sulla parete a sinistra della porta d'ingresso della chiesa ed è sovrapposto a un intonaco con decorazioni floreali.

Tale progetto risponde alla filosofia e alla missione di Anantara Convento di Amalfi Grand Hotel che si impegna a custodire e preservare il patrimonio artistico, culturale e storico, valorizzandolo e restituendolo alla comunità locale.

"Sono felice e orgogliosa di promuovere questo importante progetto di valorizzazione del chiostro del Convento," commenta Estelle Vassallo, General Manager di Anantara Convento di Amalfi Grand Hotel. "Anantara Convento di Amalfi è un esempio virtuoso: struttura capace di restituire valore e bellezza al territorio offrendo al tempo stesso ai suoi ospiti un'esperienza tutta italiana."

"Si rimane estasiati nell'ammirare questo risultato straordinario!" dichiara Daniele Milano, Sindaco di Amalfi. "Siamo grati ad Anantara Convento di Amalfi Grand Hotel per aver eseguito lavori di restauro su importanti beni culturali comunali, sposando così una precisa strategia di valorizzazione avviata dalla nostra Amministrazione. Nel corso degli ultimi 9 anni sono numerosi i beni già sottoposti a restauro: la fontana di S. Andrea, la statua bronzea di Flavio Gioia, i reperti archeologici conservati nell'Arsenale, il pannello maiolicato della Porta della Marina, i gonfaloni del corteo storico dell'Antica Repubblica Marinara."

A conferma dell'attenzione al territorio, l'Hotel offre esperienze uniche guidate da esperti locali. Figura fondamentale è quella del frate francescano Marcus che fa rivivere gli aspetti monastici che per secoli hanno accompagnato la storia del convento. In occasione della visita dell'antico convento e della chiesa, del bellissimo chiostro e della passeggiata dei monaci, Fra Marcus è a disposizione per raccontare ai visitatori la storia e gli aspetti più contemplativi che rendono questo luogo speciale.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:     Demanio; entro il 2026 invest