Ultime notizie

17 Gennaio 2024

JLL Italia: la logistica guida la ripresa degli investimenti immobiliari nel Q4 2023

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Nel quarto trimestre del 2023, gli investimenti Capital Markets hanno registrato un valore pari a 2,5 miliardi di euro, +19% rispetto al Q4 2022, mostrando segnali di ripresa per il settore, seppure in un contesto economico sfidante. Lo evidenziano le analisi di JLL.

L’incertezza della situazione economica e geopolitica – si legge nel rapporto – ha impattato sui risultati complessivi del 2023, che si è chiuso con oltre 6 miliardi di euro di investimenti, circa la metà rispetto all’anno record 2022, inclusi anche terreni e share deal per circa 500 milioni di euro.

Per il 2024, secondo gli analisti, le condizioni rimarranno complessivamente sfidanti, ma ci si aspetta maggiore stabilità e prevedibilità nelle condizioni, nonché una inflazione più bassa e l'inizio del ciclo di riduzione dei tassi di interesse alla fine del 2024. L'aumento di incertezza geopolitica degli ultimi mesi potrebbe influire su una flessione delle condizioni di crescita economica, ma con un impatto globale limitato.

Guardando ai risultati annuali del 2023, in termini di volumi di investimento, JLL rileva a leadership del settore industriale e logistico, con 1,8 miliardi di euro investiti, rappresentando circa il 30% del totale del mercato. Nonostante i volumi siano stati in flessione (-42%) rispetto al record del 2022, il settore rimane al momento uno dei principali target di investimento, trainato da un significativo repricing, che ha portato i rendimenti netti prime al 5.5%, e da una forte domanda lato occupier, che ha determinato un’ulteriore crescita dei canoni prime.

L’interesse degli investitori anche nel comparto hotels & hospitality rimane rilevante e si continuano a registrare ottime performance nei principali mercati alberghieri italiani. Nel 2023 le transazioni alberghiere hanno raggiunto volumi complessivi pari a circa 1,3 miliardi di euro, considerando anche operazioni share deal. L’hospitality si attesta tra i vari settori come quello che ha mostrato una tenuta maggiore anno su anno.

Il settore office ha registrato investimenti pari a 1,3 miliardi di euro. A livello di interesse per gli investitori, Milano rimane in testa con una forte presenza di capitale privato, che si è concentrato soprattutto su prodotti core, limitando su questi il repricing che si è registrato in altre geografie a livello europeo. Nonostante a livello relativo, la variazione annuale (-75%) sia quella più significativa tra i vari settori, i fondamentali del settore rimangono forti, grazie al continuo disallineamento tra domanda e offerta, causato dalla mancanza di prodotto prime.

I rendimenti prime si attestano rispettivamente al 4,25% per Milano e al 4,5% per Roma.

Il mercato del Living & Healthcare ha registrato investimenti pari a 600 milioni di euro, particolarmente concentrati nel comparto studentati, asset class che offre interessanti opportunità, grazie al gap in termini di offerta rispetto alla domanda potenziale. Si consolida, inoltre, il trend di trasformazione da altre destinazioni d’uso verso il living.

Il retail ha raggiunto oltre 700 milioni di euro di investimenti, concentrati prevalentemente nell’ultimo quarter, che ha segnato una notevole ripresa rispetto alla prima parte dell’anno. Gli investitori confermano un interesse prevalentemente verso l’out-of-town con circa il 60% dei volumi investiti in questo segmento; il ticket size rimane ancora in media intorno ai 30 milioni di euro e la maggioranza delle operazioni hanno evidenziato ritorni prevalentemente double digit.  Il prime net yield si attesta al 3,9% per High Street e al 6,25% per Shopping Centre.

Alberico Radice Fossati, Head of Capital Markets di JLL Italia: “In controtendenza rispetto ai primi nove mesi del 2023, nel quarto trimestre gli investimenti capital markets hanno registrato una crescita a/a. Questo risultato lascia intuire dei primi segnali di ripresa dell’attività transattiva, che sono confermati da una maggiore fiducia da parte degli investitori, dovuta al repricing in corso e al miglioramento del quadro macroeconomico generale”.

Si parla di:

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Student Housing: accordo per 800 nuovi