Ultime notizie

2 Agosto 2023

Anima: H1 2023, utile sale a 63,2 mln. Raccolta luglio positiva per 531 mln

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

L'utile ante imposte del Gruppo Anima ha raggiunto, al 30 giugno 2023, i 94,5 milioni di euro, in aumento del 2% rispetto ai 92,9 milioni di euro del primo semestre del 2022. L'utile netto si è attestato a 63,2 milioni di euro, in aumento del 6% rispetto ai 59,4 milioni di euro dell'H1 2022. 

L'utile netto normalizzato (che non tiene conto di costi o ricavi straordinari e/o non monetari fra i quali gli ammortamenti di intangibili a vita utile definita) è stato pari a 78,8 milioni di euro (stabile rispetto ai 78,6 milioni di euro dell’H1 2022).

La raccolta netta nel primo semestre dell'anno è stata negativa per 0,2 miliardi di euro; il totale delle masse gestite a fine giugno 2023 è pari a circa 185 miliardi di euro.

La posizione finanziaria netta consolidata al 30 giugno 2023 risulta negativa per 64,4 milioni di euro (rispetto ai -60,9 milioni di euro alla fine del 2022) e riflette, in particolare, la distribuzione di dividendi per oltre 71 milioni di euro nel mese di maggio ed il rimborso anticipato del debito bancario nel mese di giugno per 82 milioni di euro.

La raccolta netta di risparmio gestito di luglio 2023 è stata positiva per 531 milioni di euro; a fine luglio le masse gestite complessivamente dal Gruppo Anima si attestano a circa 190 miliardi di euro. Il dato comprende il consolidamento degli attivi in gestione di Castello SGR per 3,9 miliardi di euro. 

Alessandro Melzi d'Eril, Amministratore Delegato di Anima Holding: "Un altro trimestre di grande solidità per il Gruppo Anima che continua a generare importanti flussi di cassa e che nel periodo ha anche deciso di rimborsare anticipatamente il debito bancario, senza che questo intacchi minimamente la flessibilità e reattività per possibili operazioni di M&A, e senza variare la consuetudine degli ultimi anni in tema di generosi ritorni per gli azionisti sotto forma di dividendi ordinari e buyback. La seconda parte dell'anno si apre con l'ingresso nel perimetro di Castello SGR, una realtà nel mondo degli alternativi che ben si presta, per la sua storia e grazie al suo management, a replicare il successo di Anima, con un mix di crescita organica e per linee esterne, anche in un settore caratterizzato da una elevata frammentazione degli operatori".

Si parla di:

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:     Demanio; entro il 2026 invest