Ultime notizie

28 Novembre 2023

Expo 2030 a Riad: Ronaldo e i petrodollari battono Roma, persi oltre 50 mld

di Carlos Garcia

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Goleada. L’Expo 2030 verrà organizzata a Riad e l’Arabia Saudita ringrazia – oltre ai petrodollari – il suo testimonial di eccezione, il calciatore Cristiano Ronaldo, leader indiscusso del calcio locale e personaggio social da oltre 600 milioni di follower, sceso in campo per appoggiare la candidatura saudita. Alzano le braccia in segno di vittoria gli sceicchi ma, soprattutto, esce di scena con la testa china Roma, arrivata solo terza alla votazione finale dietro agli arabi e ai coreani di Busan.

Non brucia soltanto la mancata occasione di alzare un trofeo: brucia, in particolare, l’aver perso un impatto economico da oltre 50 miliardi di euro, secondo le stime degli esperti che avevano redatto il dossier della candidatura (Carlo Ratti, Italo Rota, Richard Burdett e Ian Philion, con l’apporto delle Università romane e la supervisione dell'architetto Matteo Gatto). Si attendevano 30 milioni di visitatori (con tutto ciò che comporta in termini di hospitality) e si ipotizzava la nascita di 11.000 nuove aziende in cui avrebbero lavorato oltre 300.000 persone.

E poi, le infrastrutture: il progetto prevedeva la riqualificazione totale dell’area del quadrante Ovest di Roma, già beneficiaria dei fondi destinati al Giubileo ma in attesa di quelli per l’Expo in modo da mettere la classica ciliegina sulla torta. Si prevedevano interventi sui trasporti e la mobilità, la realizzazione di un villaggio espositivo che, un domani, a manifestazione conclusa, sarebbe diventato parte del campus dell’Università di Tor Vergata. Nel progetto anche il più grande parco solare urbano al mondo accessibile al pubblico, con 150.000 mq e una capacità produttiva massima di 36 megawatt.

I testimonial italiani non hanno avuto la capacità di convincere il Bureau international des Expositions come, invece, sono riusciti a fare Cristiano Ronaldo e, probabilmente, i petrodollari di Riad. Questi ultimi escono vittoriosi su un progetto basato sulla sostenibilità e sul concetto di comunità. Il che, ovviamente, suggerirà qualche riflessione.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Immobili all’asta: le procedure aumentano per la pr