Ultime notizie

16 Maggio 2024

Goldman Sachs Alternatives: raccolti 7 miliardi di dollari nel real estate credit

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Goldman Sachs Alternatives ha annunciato il closing del fondo West Street Real Estate Credit Partners IV e dei veicoli a esso associati. La raccolta si chiude oltre i 7 miliardi di dollari in termini di crediti, compresa la leva finanziaria.

Il capitale è stato raccolto da nuovi investitori, da investitori di lunga data che hanno incrementato le allocation nella strategia e da investimenti da parte di Goldman Sachs e dei suoi dipendenti.

Tra gli investitori istituzionali della strategia figurano fondi sovrani, compagnie assicurative e fondi pensione statunitensi e internazionali. Hanno partecipato anche gli investitori dei family office, Goldman Sachs Private Wealth Management e dei canali wealth di terzi. Il Real Estate Credit Partners IV adotterà la normativa sulla disclosure ai sensi dell'articolo 8 del SFDR.

Il fondo ha già iniziato a investire nel credito real estate, impegnando finora oltre 1,8 miliardi di dollari in otto investimenti a livello globale. Dal 2008, Goldman Sachs ha investito oltre 20 miliardi di dollari in crediti immobiliari a livello globale.

Il team real estate è composto da oltre 250 professionisti con sede in 19 città e 11 Paesi. La divisione real estate di Goldman Sachs Alternatives si avvale delle risorse di Goldman Sachs per individuare gli investimenti.

Jim Garman, global head of real estate di Goldman Sachs Alternatives: “In linea con la nostra storia trentennale di investimenti in diversi cicli di mercato, la nostra piattaforma real estate è stata ideata per essere dinamica in presenza di condizioni mutevoli. Mentre le nostre strategie azionarie flagship forniscono ai clienti l'accesso a opportunità differenziate tra settori e regioni, con un focus specifico sugli asset che beneficiano dei trend tecnologici, demografici e di sostenibilità, il credito è sempre stato una componente di importanza cruciale del nostro mix di prodotti, in particolare durante i periodi di disruption dei mercati dei capitali".

Richard Spencer, chief investment officer for real estate credit di Goldman Sachs Alternatives: “Il mercato del credito real estate è caratterizzato da uno squilibrio sostanziale e in crescita tra domanda e offerta. Riteniamo che questo crei interessanti opportunità per le fonti di credito alternative in grado di garantire scala e certezza d’esecuzione. Con il closing di uno dei più grandi pool di capitali dedicati a questa opportunità, siamo entusiasti di proseguire la lunga storia del programma Real estate credit partners nell'offrire soluzioni di finanziamento personalizzate e creative ai principali developer e proprietari di beni immobili di alta qualità negli Stati Uniti, in Europa e in Australia”.

Jeff Fine, global co-head of alternatives capital formation di Goldman Sachs Alternatives: “In qualità di provider di soluzioni per gli investitori più qualificati a livello mondiale, la nostra offerta di credito real estate è diventata un'allocation sempre più importante per i clienti istituzionali e wealth, come dimostrato dal significativo ampliamento della base di investitori del fondo e dall'aumento degli impegni da parte dei clienti esistenti. Per gli investitori che cercano interessanti rendimenti corretti per il rischio in tutti i cicli di mercato, il credito real estate è un eccellente elemento di diversificazione per le esposizioni al private credit e al real asset. Siamo riconoscenti per la fiducia e la collaborazione accordata dai nostri clienti al nostro approccio differenziato".

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Student Housing: accordo per 800 nuovi