Ultime notizie

24 Maggio 2023

CheBanca! cambia nome e diventa Mediobanca Premier

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

CheBanca! cambia nome. A partire dal gennaio prossimo la banca dedicata alla gestione di risparmio e investimenti del gruppo Mediobanca verrà ribattezzata Mediobanca Premier. È quanto previsto dal nuovo piano 2023-26 di Mediobanca, che vede la divisione Wealth Management come il primo motore di crescita dei ricavi.

Il rebranding di CheBanca! in Mediobanca Premier e il lancio della nuova immagine del brand verranno avviati a inizio 2024, supportati da una nuova campagna di comunicazione, per poi essere estesi all'offerta di prodotti, alla rete fisica e ai canali digitali.

Gli obiettivi per CheBanca! sono far leva sulla distintività del brand Mediobanca per attrarre nuovi clienti e nuovi professionisti; completare il riposizionamento dell'offerta e del modello di business con immagine di brand e comunicazione in linea; generare nuove sinergie con il gruppo e valorizzare le competenze derivanti dall'integrazione tra Wealth Management e Corporate & Investment Banking.

Alberto Nagel, CEO del Gruppo: “Nell'ultimo decennio Mediobanca ha sempre realizzato la propria strategia e target, crescendo e rimodellandosi nel tempo, rafforzando la base ricavi e con rendimenti superiori a quelli del settore. Oggi la nostra missione è di creare wealth manager di primo piano e dominante attraverso un modello olistico a partire dai suoi tratti distintivi: franchise investment banking, brand e persone. Mediobanca continuerà a puntare su una crescita sostenibile e superiore al sistema, innovazione e remunerazione degli stakeholder, rimanendo fedele al modello di Scuola di Responsible Banking radicato nella cultura della banca fin dalla sua fondazione".

Il CEO ha spiegato agli analisti la trasformazione che la banca ha attuato negli ultimi 10 anni.

Il piano 2013-16 ha consentito a Mediobanca di passare da holding a gruppo bancario, con riduzione dell'esposizione azionaria; rilancio della crescita, assicurando solidità patrimoniale dopo Basilea 3; investimento in attività che generano commissioni e che limitano l'assorbimento di capitale.

Il piano 2016-2019 ha consentito a Mediobanca di diventare un player di valore a lungo termine, con priorità allo sviluppo del WM; piena valorizzazione dei punti di forza e delle opportunità in CIB e CF; ottimizzazione dell'allocazione e distribuzione del capitale.

Il piano 2019-2023 ha portato Mediobanca ad essere un player di crescita distintiva, con piena valorizzazione di un modello di business distintivo; investimento in talento, innovazione e distribuzione; remunerazione al top del settore a beneficio degli stakeholder; per la prima volta inclusi obiettivi ESG.

"Nell'ultimo decennio - ha concluso Nagel - abbiamo raddoppiato i ricavi a 3,2 miliardi di euro, sempre raggiungendo gli obiettivi fissati. La generazione di capitale ha consentito la solida evoluzione dell'indice di capitale, superando gli obiettivi preposti e c'è stato un aumento della remunerazione degli azionisti al 60% di pay-out". 

Si parla di:

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Student Housing: accordo per 800 nuovi

Notizie Correlate

16x9

News

Maurizio Cannone, direttore Monitor

16x9

News

Maurizio Cannone, direttore Monitor

16x9

News

A cura di Virginie Wallut, Director of Real Estate Research and Sustainable Investment - La Française Real Estate Managers

    Angle Left
    Angle Right