Ultime notizie

11 Settembre 2023

Credem Euromobiliare Private Banking: H1 2023, masse a 40 mld. Utile netto a 24,7 mln

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Credem Euromobiliare Private Banking, istituto del Gruppo Credem specializzato nel private banking e corporate finance, ha approvato i risultati del primo semestre 2023, registrando una crescita rispetto all’anno precedente. Tale andamento positivo è conseguenza in particolare dell’operazione finalizzata nello scorso febbraio attraverso cui il canale private banking di Credito Emiliano è confluito, a seguito dell’autorizzazione dell’Autorità di Vigilanza, in Credem Euromobiliare Private Banking, completando così il percorso per la creazione della banca private del Gruppo Credem.

A fine giugno 2023, i patrimoni dei clienti gestiti dalla società ammontavano a 38.914 milioni di euro (sono compresi i dati relativi ai primi due mesi dell'anno del canale private banking di Credem, successivamente confluito in Credem Euromobiliare Private Banking). Il dato non è comparabile con quello dello stesso periodo dell’anno precedente, pari a 13.377 milioni di euro, che era riferito alla sola Banca Euromobiliare e non comprendeva l’effetto dell’operazione di conferimento di ramo d’azienda del private banking Credem che ha portato al completamento dell’iter di creazione di Credem Euromobiliare Private Banking. 

Nei primi sei mesi dell’anno è risultato positivo l’andamento della raccolta netta, pari a circa 1,5 miliardi di euro, al netto del positivo effetto mercato. Gli impieghi (diretti e intermediati) raggiungono quota 928 milioni soprattutto grazie all’andamento degli impieghi diretti, che giungono a 782 milioni di euro a fine giugno 2023.

Nel primo semestre 2021 l’utile netto di Credem Euromobiliare Private Banking si attesta a 24,7 milioni di euro di euro.

Nel corso dei primi sei mesi del 2023 è proseguita l’attività di reclutamento di risorse commerciali di elevato profilo professionale e portafoglio pro-capite, coerentemente con le linee guida della banca. In particolare sono entrati in struttura 10 nuovi banker che portano a 670 il totale dei consulenti della banca. 

Matteo Benetti, direttore generale: “Abbiamo chiuso un semestre decisamente impegnativo ma ricchissimo di soddisfazioni. La nostra crescita in questi primi sei mesi è stata straordinaria e ci riempie di orgoglio. Siamo grati per il grande lavoro di squadra fatto da tutti i colleghi degli uffici centrali e dai nostri banker, che ha permesso di garantire una continuità operativa e di servizio a tutti i nostri clienti. L’avvio di Credem Euromobiliare Private Banking è stato solo l’inizio di un percorso ambizioso e il successo ottenuto fino ad oggi conferma che siamo sulla giusta strada. In questi mesi abbiamo investito tanto nelle attività di comunicazione per portare l’immagine del brand a nuovi livelli. In breve possiamo dire che il primo semestre dell’anno è stato un periodo di conquiste e soddisfazioni per tutti. Attraverso una strategia ben pianificata e una visione ambiziosa, abbiamo rafforzato la nostra posizione nel settore del private banking, offrendo un’esperienza unica e di lusso ai nostri clienti. I risultati ottenuti hanno confermato la nostra capacità di affrontare sfide con determinazione e di cogliere opportunità con audacia. Con la stessa passione e dedizione intendiamo affrontare il secondo semestre con una chiara visione e ambiziosi obiettivi di crescita, impegnandoci a consolidare e ampliare ulteriormente la nostra presenza nel mercato, puntando a fornire ai nostri clienti un’esperienza ancora più esclusiva e personalizzata”. 

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Immobili all’asta: le procedure aumentano per la pr