Ultime notizie

24 Ottobre 2023

Bce, cala ancora nel III trimestre la domanda di credito di famiglie e imprese

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Diminuisce la domanda di credito da parte delle famiglie e delle imprese. Il che, secondo la Banca centrale europea, significa che la trasmissione della politica monetaria sta avvenendo con grande vigore. Lo si legge nel report pubblicato oggi dalla Bce sull’andamento del sistema creditizio nell’Eurozona nel terzo trimestre 2023.

Nel periodo preso in esame, gli standard creditizi per i prestiti o le linee di credito alle imprese si sono ulteriormente inaspriti e nel giudizio dell’istituto di Francoforte l'inasprimento netto cumulativo dal 2022 è stato sostanziale. La percentuale netta di banche che hanno segnalato tale orientamento si è leggermente attenuata rispetto al trimestre precedente (dal 14% al 12%), ma è stata leggermente superiore a quanto previsto nel trimestre precedente.

Le banche hanno inoltre avvertito un ulteriore inasprimento netto dei criteri di concessione del credito alle famiglie per l'acquisto di abitazioni, per il credito al consumo e per altri prestiti alle famiglie (rispettivamente dell'11% e del 16%). Ciò ha superato ampiamente le aspettative precedenti.

Il ritmo della stretta netta per i prestiti immobiliari è aumentato rispetto al secondo trimestre, mentre si è lievemente moderato per il credito al consumo e altri prestiti. All'inasprimento hanno contribuito la maggiore percezione del rischio legato alle prospettive economiche e alla situazione specifica del mutuatario, la minore tolleranza al rischio e le posizioni più deboli di liquidità delle banche.

Le aspettative delle banche dell’Eurozona per il quarto trimestre del 2023 vanno nella direzione di un ulteriore, anche se più moderato, inasprimento netto dei criteri di credito sui prestiti alle imprese e sul credito al consumo. Previsioni, invece, invariate sui prestiti alle famiglie per l'acquisto di case.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Student Housing: accordo per 800 nuovi