Ultime notizie

5 Dicembre 2023

Fiaip: gli affitti brevi spingono il mercato turistico (Report)

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Le locazioni brevi spingono ancora il mercato immobiliare turistico. Così risulta dal Report Immobiliare Nazionale Fiaip sull’andamento del comparto in Italia - Dati 2023 e previsioni 2024, elaborato dal Centro Studi Nazionale Fiaip in relazione alla stagione invernale 2023/2024 con riferimento alle principali località Italiane suddivise per sezioni: Montagna e Laghi, Borghi, Città d’Arte e Campagna, unitamente al focus sull’andamento della stagione estiva 2023.

Nei primi nove mesi del 2023, la percentuale di acquisti di seconde case da parte di privati cittadini sale all’88,27% delle compravendite complessive. Vuol dire che sempre più italiani hanno deciso di attingere ai propri risparmi anziché al mutuo per comprare una seconda casa, sia per viverla nel periodo vacanziero sia per metterla a rendita o, ancora di più, per un utilizzo promiscuo.

Nei primi sei mesi dell’anno, gli acquisti delle seconde case crescono in percentuale rispetto alle compravendite complessive dello stesso periodo del 2022 (+1,2%), nonostante i timori legati ai conflitti militari in corso e agli effetti inflattivi e, più in generale, al caro vita, con un ricorso al credito, divenuto più faticoso, in forte calo.

Il Report ha evidenziato, in relazione alla stagione estiva 2023, un +10% di numero di contratti di locazioni con finalità turistiche rispetto all’estate dello scorso anno, unitamente ad un significativo aumento medio dei canoni delle locazioni di un +5%, a conferma di come i proprietari optino sempre di più per le locazioni brevi rispetto a quelle ordinarie.

I rendimenti medi lordi da locazione delle seconde case (tra 6-9% in media) stanno determinando una crescita del numero degli investitori di immobili con potenziale proiezione alla locazione turistica, prevalentemente appartamenti nelle grandi città d’arte e nelle più rinomate località balneari e montane.

Per l’inverno ormai iniziato, si prevede un +10% del numero delle locazioni turistiche soprattutto nelle località montane e in relazione a case indipendenti o grandi appartamenti capaci di accogliere famiglie numerose o gruppi di amici per contenere i costi anche a seguito di un significativo incremento dei canoni di locazione (da +2% a +6%) rispetto alla scorsa stagione invernale. Le famiglie italiane prendono in locazione le case in media per una settimana, spendendo tra 900-1500 euro/settimana. Si prevede una crescita significativa del numero degli stranieri soprattutto di prossimità (provenienti da Germania, Francia, Austria) che sceglieranno di trascorrere le vacanze invernali in Italia tramite locazioni turistiche.

Sale al 54% del totale il numero di agenzie immobiliari che si occupano di locazioni brevi, soprattutto con finalità turistiche, a riprova di come questi servizi siano sempre più richiesti dai turisti che vedono nelle agenzie immobiliari un punto di riferimento affidabile ed emblema della legalità contro le varie forme di evasione fiscale e abusivismo che da sempre minano il mercato.

Francesco La Commare, Presidente del Centro Studi Fiaip: “La stagione estiva ha confermato una crescente dinamicità del mercato immobiliare turistico con un significativo aumento sia dell’acquisto di seconde case da destinare ad affitti brevi che del numero delle locazioni turistiche grazie a rendimenti cresciuti sino al 9% e all’assenza del rischio di morosità. Previsto un aumento delle locazioni turistiche, e dei relativi canoni, anche per l’imminente stagione invernale, con una crescente esigenza del turista di affidarsi ai servizi professionali erogati dalle agenzie immobiliari”.

Marco Bettiol, Vicepresidente del Centro Studi Fiaip:

“Si stima per l’inverno un significativo aumento di turisti stranieri, soprattutto di prossimità (tedeschi, francesi e austriaci), sempre più interessati sia all’acquisto di una seconda casa in Italia che desiderosi di soggiornare nel Bel Paese, tramite locazioni brevi, grazie alle quali possono trascorrere in piena libertà e autonomia le proprie vacanze, segnale della crescente importanza di questo segmento per il turismo nazionale.”

Gian Battista Baccarini, Presidente Nazionale Fiaip: “Dall’indagine emerge come i settori immobiliare e turistico siano sempre più interconnessi tra loro contribuendo in maniera determinante alla crescita economica del sistema Paese cubando, insieme, oltre il 35% del Pil nazionale. Pertanto, è necessario, anzi doveroso, avere un approccio sistemico facendo rete tra tutte le componenti che contribuiscono al suo sviluppo affinché il legislatore comprenda definitivamente che il comparto delle locazioni brevi rappresenta un ulteriore importante elemento di attrattività del Turismo Italiano e una crescente strategica risorsa per l’economia locale e Nazionale”.

Scarica l'allegato.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Immobili all’asta: le procedure aumentano per la pr